23 luglio 2013

A DAY IN PARADISE


Memories of a day off in Paradise - Virgin Gorda, British Virgin Islands

Photos by Marco Bava













19 luglio 2013

#TheGTravellingTheWorld




-----------------------------------> ENGLISH VERSION BELOW

Dopo questa seconda stagione trascorsa a Virgin Gorda nelle Isole Vergini Britanniche dove vivo da poco piu' di un anno e mezzo sono pronta per le vacanze. Come gia' vi avevo raccontato la scorsa estate, ho la fortuna di avere 3 mesi di vacanza.
3 mesi durante I quali posso stare con la mia famiglia, amici ma soprattutto 3 mesi che posso sfruttare per vedere qualche posto nuovo nel mondo.

Il solito lungo, lunghissimo, volo mi portera' da Tortola a St. Marteen, da qui su Parigi e finalmente Roma. Casa. Genitori. Amici. Nipote. Sorella. Canetti.

Verso la fine del mese andro' a Milano per un weekend e i primi di agosto si parte destinazione... NAMIBIA!

Saro' alla scoperta di questa bellissima regione dell'Africa per quasi 20 giorni. Nella capitale Windhoek affitteremo un 4X4 e partiremo in senso antiorario percorrendo strade e fuori strada passando per Sossusvlei dove scalero' la duna 45, Swakopmund alla ricerca di balene, delfini assaggio di ostriche e un po' di Sandboard, il Damaraland con le sue pitture rupestri, Kaokoland/Opuwo dove andro' a visitare la popolazione degli Himba, le Epupa Falls, Kunene al confine con l'Angola, Il parco Etosha dove finalmente faro' il mio primo safari per poi rientrare su Windhoek da dove ripartiremo passando per Dubai per un giorno e rientrando poi in Italia.

Qualche giorno di vacanze romane per poi andare in Sardegna dove mi cimentero' finalmente in un corso di SUB! Mi sono convinta e sono sicura che non me ne pentiro'.

Verso Ottobre prima di rientrare alle Isole Vergini andro' in Giordania ad esplorare la magnifica Petra, il Mar Morto e il Wadi Rum.

Potete seguirmi su INSTAGRAM (Guendabuzz), Twitter e sulla pagina Facebook.

E' stata una stagione bellissima! La vita sull'isola ci insegna ad apprezzare le piccole cose della vita come una semplice giornata con gli amici. Grazie a tutti voi che avete reso questo periodo uno dei piu' belli della mia vita! See ya soon

Se avete consigli su queste zone scrivetemi!

Buone vacanze!!



ENGLISH VERSION:
After this second season spent in Virgin Gorda in the British Virgin Islands where I live since a little more than a year and a half , I'm ready for my holidays. As I already told you last summer, I'm lucky to have 3 months of vacation.3 months during which I can spend time with my family, friends but especially three months that I can spend travelling and seeing something new in the world.The usual long, long, flight will take me from Tortola to St. Maarten, from here to Paris and finally Rome. Home. Parents. Friends. Nephew. Sister. Dogs.

Towards the end of the month I'm going to Milan for a weekend and early August I'm leaving for the destination ... NAMIBIA!I will explore this beautiful region of Africa for almost 20 days. In the capital Windhoek will rent a 4x4 and we will start our drive clockwise along roads and off-road through Sossusvlei where I will climb the famous dune 45, Swakopmund in search of whales, dolphins and a little taste of oysters and Sandboard, Damaraland with its cave paintings , Kaokoland / Opuwo where I'm going 'to visit the local village of the Himba, the Epupa Falls, Kunene on the border with Angola, the Etosha National Park where finally I will do my first safari before returning to Windhoek where I will leave for Italy passing from Dubai for a day.


A few days of vacation in Rome and then off to Sardinia where I'll finally decided to do diving course! I am convinced and I'm sure that I will be more than happy after that. Towards October before returning to the Virgin Islands I will go to Jordan to explore the magnificent Petra, the Dead Sea and Wadi Rum.

You can follow me on Instagram (Guendabuzz), Twitter and Facebook page.

 
It has been a beautiful season! The island life teaches us to appreciate the small things in life like a simple day with friends. Thanks to all of you who have made this period one of the most beautiful in my life! See ya soon
If you have any advice on these areas please email me!Happy holidays everyone!



Sunset over Tortola
Aerial View Mosquito Island
Maps form link

Photo from link

Photo from link

Photo from link
Photo by Claudio Ottaviani - Petra, Jordan
Photo by Claudio Ottavian - Dead Sea, Jordan

17 luglio 2013

BORNEO - MABUL




LE DUE FACCE DI MABUL

Questo sarà sicuramente un post diverso dagli altri dove oltre ai consigli su cosa fare e dove andare vi raccontero' qualcosa a proposito della popolazione di questa isola.
La visita a Mabul è stata infatti per me molto forte da un punto di vista emotivo, e mi piacerebbe almeno provare di trasmettere quello che ho provato a voi che state decidendo se vedere o no questa parte del mondo!

Piu' che isola, preferisco definirla come un vero e proprio atollo situata vicino alla costa sud est del Sabah nel Borno Malese e a 15 Chilometri da Sipadan. Una delle isole piu' famose per quanto riguarda il mondo subacqueo.

E' possibile fare il giro dell'isola in circa 15 minuti. Il mondo sottomarino qui regala veramente dei paesaggi unici, una varieta' di pesci e animali marini mai visti nella mia vita. Io personalmente non faccio Diving ma nonostante questo sono riuscita a vedere davvero degli esemplari rari di pesci. Per chi fa Diving questo e' un vero e proprio paradiso.

Purtroppo c'e da dire anche la nota negativa ossia la enorme quantita' di sporcizia presente fuori e dentro al mare causata principalmente dagli zingari del mare che vivono in questa zona.
Credo di non aver mai neanche immaginato un posto cosi' sporco nella mia vita e vederlo con i miei occhi e pensando alla fatica che noi europei facciamo per la raccolta differenziata posso realmente dire che mi ha pianto il cuore.





COME ARRIVARE:
Sono arrivata a Mabul con una barca da Semporna che era stata organizzato dal posto che avevo prenotato ma ogni hotel/b&b organizza il trasporto.

DOVE DORMIRE:
L'Arung Hayat, NO!A meno che non abbiate un budget proprio limitato vi sconsiglio assolutamente questo posto. Il costo è di circa 40Euro a notte a camera ma la qualità è pessima, le stanze sono vecchie e umide i bagni già tanto se hanno un gabinetto e il mangiare ve lo lascio immaginare. Una nota positiva è che passa il pescatore a vendere il pesce fresco e volendo ve lo potete far cucinare direttamente dalla cucina del posto. Noi siamo letteralmente scappati.
Dopo tante ricerche abbiamo trovato una camera allo:
- SCUBA JUNKIE: Assolutamente consigliato, prezzi sui 100 euro a notte per 2 persone incluso il mangiare. Le stanze sono pulitissime, moderne, con aria condizionata, acqua calda e il posto è gestito da alcuni ragazzi davvero carini che si impegnano molto per questa isola. Il cibo è buono, si mangia a buffet e non viene servito pesce perchè la maggior parte delle persone che vengono qui sono amanti degli animali sotto marini!

Se invece volete qualcosa di bellissimo e super costoso allora vi consiglio il: WATER BUNGALOW RESORT.




DOVE MANGIARE:
Mabul non è un' isola come le altre. Con questo voglio dire che non si esce dall'hotel per andare a cena da un'altra parte. Qui si mangia nel proprio hotel anche perchè non esistono ristoranti al di fuori degli hotel.
Un posto dove potete andare a mangiare anche se non siete clienti è il WATER BUNGALOW RESORT che offre un buonissimo e bellissimo buffet sulle palafitte a pranzo sui 25 euro a persona per la sera se non ricordo male sui 45euro pp.


COSA FARE:
Oltre a fare il giro dell'isola che durerà circa 15 minuti, essendo molto piccola, non vi resta che fare le uscite in barca per andare a vedere le meraviglie del mare e volendo potete fare il patentino SUB in una delle migliore location al mondo!
Assolutamente da prenotare la visita a SIPADAN. Purtroppo e' solo per pochi ma se prenotate molto tempo prima riuscirete ad andarci sicuramente. I posti dispinibili per chi fa solo snorkeling solo limitatissimi.


GLI ABITANTI DI MABUL


Conosciuti localmente con il nome di BANJAU, questa popolazione sono il secondo più grande gruppo indigeno della Malesia e sono più del 13% della popolazione.
Vivono in quest regione da più di 100 anni e sono meglio conosciuti come gli "zingari del mare" probabilmente a causa della loro natura nomade strettamente legata con il mare dalla nascita alla morte.

La maggior parte di loro vivono originariamente su case/barca chiamate lepa, che a volte ospitano fino a 17 persone. Queste barche arrivano alla terra ferma solo per vendere il pesce, rifornire l'acqua o per seppellire i morti. Oggi però molti di loro si sono stabiliti sulla terra ferma anche se per loro camminare sulla terra non è una cosa proprio comune.

Alcuni sono veri e propri cittadini Malesiani ma la maggior parte non sono neanche registrati all'anagrafe quindi per lo stato è come se non esistessero.

Di più di 2000 di loro, 800 sono bambini. Sull'isola è stata instituita una scuola di volontari chiamata School of Hope dove viene insegnato ai bambini l'educazione basilare, l'ambiente e come tenere pulito il mare



Gli adulti vivono per lo più di pesca e dove possibile, vendendo conchiglie, denti di squalo, consigliato spesso di non comprarli, e a volte snack e articoli da profumeria.
Alcuni sono in grado di pescare in apnea scendendo fino a 20 metri senza dover aggiungere peso al loro corpo. Nel passato utilizzavano per mangiare noci di cocco e foglie di banana che potevano essere buttati via ovunque dopo il loro utilizzo essendo dei materiali naturali. Oggi, venuti a contatto con la plastica e con materiali simili, purtroppo continuano ad usare lo stesso sistema di mangiare e buttare in mare, sotterrare o bruciare il quale ha un grosso impatto sull'ambiente.

Essendo la maggior parte di loro non regolarmente iscritto all'anagrafe, questo fa si che non ci sia una raccolta dei rifiuti. Scuba Junkie, che si da molto da fare sull'isola per questa popolazione, ha creato delle zone di raccolta di spazzatura e quattro volte a settimane con una barca portano tutto a Semporna dove viene poi facilmente reciclata. Inoltre hanno instituito un piccolo centro medico a disposizione dei Banjau.

Per rendere ancora più semplice la raccolta, ogni giorno, i ragazzi dello Scuba Junkie, offrono a tutte le famiglia una busta di materiale biodegradabile invitandoli a riempirla e buttarla al punto di raccolta. Ogni domenica poi viene organizzata una "gara" per i bambini della school of Hope a chi raccoglie più spazzatura con un premio in palio per il primo classificato.

Tutto questo per invogliare e trasmettero loro il senso della pulizia e del rispetto verso l'ambiente!

Se capitate sull'isola, potete partecipare alla raccolta della spazzatura. Io ero li' ed e' stato incredibile vedere come tante persone si davano da fare per rendere questo piccolo angolo di mondo, migliore!

Complimenti al lavoro che fanno I ragazzi dello Scuba Junkie e sono sicura che se andrete a Mabul non ve ne pentirete.

Io a distanza di tempo, sono molto felice di aver visto questo posto nonostante la note negative della sporcizia. La quantita' di pesci, animali marini ma soprattutto la bellezza e tenerezza dei bambini Banjau vi fara' scordare di tutto il resto.








9 luglio 2013

MY HELICOPTER RIDE OVER THE BVI




-----------------------------------------------> ENGLISH VERSION BELOW

Ho sempre voluto provare l'ebbrezza di fare un volo in elicottero e finalmente posso rimuovere questa esperienza dalla mia lista, anche se spero di poterlo fare nuovamente. Ovviamente mai avrei pensato di fare il primo volo a porte aperte.

Devo dire che la sensazione che ho provato e' molto diversa rispetto ad un aereo. Sembra quasi di volare sospesi ed e' una sensazione molto naturale rispetto a quella che trasmette un volo in aereo.

Posso considerarmi molto fortunata di aver fatto come prima volta un volo in elicottero sorvolando le Isole Vergini Britanniche. Nonostante io viva qui da un anno e mezzo, sono rimasta letteralmente a bocca aperta vedendo I colori del mare che non si possono vedere altrimenti.
Un vero e proprio spettacolo della natura.

Devo ringraziare Antille Helicopter per avermi dato questa bellissima opportunita'.
La compagnia e il servizio sono ottimi e assolutamente consigliati.
Effettuano voli in tutte le Isole Vergini Britanniche con un elicottero nuovissimo: Bell Jet Ranger.

I posti disponibili sono 4. Tre persone dietro e una persona davanti.

Per maggiori informazioni questo e' il sito.

Oltre ai voli scenografici offrono transfer da/per aeroporto di Tortola a Virgin Gorda o altre isole delle BVI. Disponibile anche transfer da/per St. Marteen su richiesta e VIP charters.


ENGLISH VERSION

I've always wanted to try to do a helicopter flight experience and finally I can remove this from my wish list, although I hope to do again. Of course I never thought to take the first flight with the open doors.
I must say that the feeling I had and is very different than a plane. It almost seems to fly suspended and it's a very natural feeling compared to the one that transmits a flight in an airplane.


I consider myself very lucky to have done as the first time a helicopter flying over the British Virgin Islands. Although I am living here since a year and a half, I was literally speechless seeing the colours of the sea that you can not see otherwise. Absolutely stunning! A true spectacle of nature.

I have to thank Antilles Helicopter for giving me this wonderful opportunity. The company and the service are great and absolutely recommended.
They fly in all the British Virgin Islands with a brand new helicopter: Bell Jet Ranger.
There are 4 sites available plus the pilot. Three people behind and one near the pilot in the front.

For more information this is their site

In addition to scenic flights they offer transfers to / from airport in Tortola, Virgin Gorda or other islands of the BVI. Also available transfer to / from St. Marteen on request with small planes and VIP charters.




View of YCCS



Biras Creek


Mosquito Island

4 luglio 2013

VIVERE AI CARAIBI - SECONDA PARTE



Nella Prima parte vi ho raccontato di come e' iniziato questa avventura e dei primi problemi burocratrici..

Una volta arrivati alle BVI, dovrete presentare tutta la vostra documentazione all'immigazione e dopo diverse domande dovrebbero timbrarvi il passaporto con un permesso di 2 settimane nel territorio durante le quali dovrete provvedere a completare il vostro permesso di lavoro.

Come prima cosa andate alla Clinica situata a Road Town, Tortola. Qui dovrete portare tutte le vostre carte soprattutto quelle degli esami medici che a loro discrezione potreste dover rifare in quella sede. Mi raccomando che tutti gli esami siano firmati e timbrati dal vostro medico e che tutto sia tradotto in inglese altrettanto timbrato!

Dopo di che potete andare al Labour Department dove controlleranno le carte, vi faranno una foto pagherete un tot secondo il vostro guadagno e vi daranno un tesserino che attesta il vostro permesso di lavoro. Dopo di che andrete all'immigrazione dove vi faranno un timbro sul passaporto valido per 1 anno e pagherete $25. Congratulazioni, avete finito!!!

Ultimo passo e' il Social Security Number che potete fare in 10 minuti all'ufficio che si trova sempre a Road Town. Fare questp tesserino e' obbligatorio ma e' veramente la parte piu' semplice e veloce!

Ovviamente durante tutti questo processi avrete tantissimo problemi, vi faranno tante domande strane, sarete a contatto con diverse persone non sorridenti,e a volte anche con alcune molto gentili, che sembreranno voler creare solo problemi. Non vi scoraggiate e cercate di ricordare che ora vivete su un'isola. Benvenuti nell'ISLAND TIME!

A questo punto siete a tutti gli effetti residenti delle BVI.

Il permesso di lavoro andra' poi rinnovato dopo un anno e dovrete iniziare le pratiche almeno 5 settimane prima della scadenza. Lo potete fare direttamente al Labour Department dove pagherete la stessa somma del vecchio permesso di lavoro e poi passando dall'Immigrazione dove dovrete pagare nuovamente i $25 e avrete un nuovo timbro!

Vivere ai Caraibi e' un giorno pazzesco e terribile il giorno dopo... Ebbene si, si cambia idea, continuamente. E a quanto pare e' una sensazione che hanno la maggior parte delle persone che vivono qui.

Io abituata ad una citta' come Roma, ad esempio, ci ho messo diversi mesi. Il primo diasgio nasce quando ti rendi conto che intorno a te c'e solo mare, alcuni possono pensare che io sia pazza a dire questo, ma avete mai provato a guardarvi intorno 360 gradi e vedere solo acqua e non per una settimana mentre siete in vacanza, ma tutti i giorni pensando che quella sia la vostra nuova casa??
Bene, non e' proprio semplice accettarlo all'inizio...

Poi ti rendi conto che hai il giorno libero, uno a settimana, all'inizio pensi che bello vado al mare, una, due, tre, quattro volte e poi che faccio? Niente che non abbia a che fare con l'acqua ovviamente.

Qui non c'e un cinema, non c'e un negozio, anzi uno ce ne', scordatevi una passeggiata tra le bancarelle o di andare dal vostro medico di fiducia in mattinata!

Oggi, ad un anno e mezzo di distanza, mi ritengo una persona fortunata e felice. Ho un lavoro bellissimo, sto facendo un'esperienza unica e chissene frega dei negozi, io lo shopping lo faccio online ;-) e poi sono sempre in tempo per farmi qualche giorno a Puerto Rico o ad esempio ad Orlando, dove sono appena stata per vedere sentire un po' di clima da citta'.

Imparerete ad apprezzare le piccolo cose: yoga al tramonto, una corsetta sulla spiaggia o una cena con gli amici!

La mia fortuna piu' grande e' quella che il mio lavoro, e questo vale per la maggior parte delle persone che lavorano per strutture ai Caraibi, mi permette di fare 3 mesi di vacanza. 3 mesi in cui si chiude per la Hurrican Season, 3 mesi in cui non vengo pagata, ma 3 mesi in cui posso fare quello che voglio.. viaggiare, stare con la famiglia, vedere amici, shopping, cinema a volonta'.

Evviva la vita...ai Caraibi ovviamente!!