9 gennaio 2016

ARGENTINA - BUENOS AIRES

SPECIAL HONEYMOON

ARGENTINA







BUENOS AIRES
Una delle città del sud america per eccellenza. Per la mia prima volta in Sud America direi un buon inizio. Quando abbiamo iniziato a pensare dove poter fare la nostra luna di miele, non abbiamo avuto dubbi non essendo mai stati entrambi in questa parte del mondo.
Così eccoci qui in una delle metropoli più grandi del pianeta, dove potrete gustare alcuni dei pasti più buoni mai mangiati e divertirvi nella immensa varietà di posti di questa città.



QUANDO ANDARE
L’inverno di Buenos Aires termina il 21 Settembre quando inizia appunto la primavera. L’inverno è piuttosto freddo. Io sono stata a Buenos Aires i primi di settembre e faceva molto freddo nonostante fosse vicino all’inizio delle primavera. Portatevi sempre una bella giacca pesante e vestitevi a strati. A settembre non potete non girare senza un cappello di lana e dei guanti, specialmente la sera.
L’estate di Buenos Aires corrisponde con il nostro natale fino a marzo.


COME ANDARE
Dall’Italia ci sono diversi voli diretti per Buenos Aires. Noi abbiamo volato su Parigi con Air France e poi da Parigi su Buenos Aires. Ben 13 ore di volo, quindi armatevi di tanta pazienza e molto sonno :)
Per i voli interni in Argentina potete utilizzare la compagnia aerea locale Aerolinas Argentinas



DOVE DORMIRE
Essendo la nostra luna di miele abbiamo scelto hotel di categoria superiore e se anche voi state partendo per un viaggio simile consiglio assolutamente l’hotel ALVEAR ART HOTEL - situato nel Micrometro vicino Santa Fe, un albergo bellissimo con personale molto gentile. Mi è capitato raramente di avere a che fare con personale del generale.
Ottimo servizi, camere molto spaziose, cibo molto buono e posizione perfetta.
Se cercate qualcosa a meno le aeree che consiglio sono sicuramente il Micrometro, Recoleta e Palermo. Molto carina anche l’area di Puerto Madero, anche se è una zona nuova in fase di crescita!



DOVE MANGIARE
OSAKA - Un ristorante giapponese peruviano che si trova nel cuore del quartiere Palermo. Abbastanza costoso ma molto particolare.
CABRERA - Tipico ristorante argentino
I LATINA - uno dei più importanti ristoranti a puerta cerrada. Vi verrà dato l’indirizzo con la prenotazione. Hanno un menù fisso che comprende 7 portate per il costo di $900 pesos per persona con bevande escluse.
PATAGONIA SUR - Uno dei migliori ristoranti di Bueno Aires. Lo chef Francisco Mallman è uno dei più famosi di tutta l’Argentina. Ho avuto il piacere di conoscerlo personalmente in occasione di un evento nel posto dove lavoro e il suo cibo è il migliore che io abbia mai mangiato. Il ristorante si trova a La Boca e prenotate in largo anticipo.
RODI BAR - Trovato per caso camminando per Recoleta, un ottimo ristorante cheap dove potrete gustare un’ottimo pranzo o cena tipico argentino.



COSA FARE
A Buenos Aires ci sono tantissime cose da fare, sicuramente da non perdere le seguenti:

page1image26200
page1image26472
page1image26744
page1image27016
page1image27288

  • -  Giro in Bicicletta: Consiglio la bicicletta naranja; potete affittare la bicicletta online o prenderla sul posto. Uno si trova a San Telmo nella via Dr. Josè M. Giuffra. Il costo va da $50 pesos per un’ora e $250 pesos per due ore.
  • -  Visita a la Bombonera: per appassionati del calcio e non, lo stadio simbolo dell’Argentina. Immancabile una visita. Il costo per una visita veloce è di $115 pesos per persona, se invece preferite fare una visita guidata il costo è di $130 pesos e potrete anche entrare in una piccola parte del campo.


  • -  Visita ad una Estancia: Grazie a dei nostri amici argentini abbiamo visitato una Estencia bellissima che si trova a Lobos a 100km da Buenos Aires. Si chiama La Candelaria e la consiglio vivamente. Qui oltre a mangiare la carne più buona mai mangiata, potrete andare a cavallo, in bicicletta, vedere uno spettacolo dei gauchos e balli tipici argentini.








    COSA VEDERE
    Buenos Aires è una città enorme, se avete pochi giorni come noi sarà difficile vedere tutto. Noi abbiamo camminato moltissimo ma consiglio di prendere il biglietto per il bus turistico che costa $30 americani e vi permetterà di scendere dove volete e quante volte volete.
    Questo attraversa tutta la città e ha circa 25 fermate. Ci impiega circa tre ore a percorrerle tutte se decidete di non scendere.

- MICROCENTRO: dove potrete fare shopping e vedere una delle piazze più famose di Buenos Aires, Plaza de Mayo.
  • -  RECOLETA: zona famosa soprattutto per la presenza del cimitero dove si trova la tomba di
    Evita.Il cimitero è aperto tutto il giorno.


  • -  SAN TELMO: una delle aree che mi è piaciuta di più. Da vedere Plaza Dorrego dove si trovano
    diverse bancarelle e negozi molto carini.



  • -  LA BOCA E IL CAMINITO: sebbene sia una zona a quanto pare un po' pericolosa devo dire che
    con San Telmo è quella che mi è piaciuta di più perché caratteristica e dove ho sentito di più la cultura e dove ho realizzato di essere in Sud America. Qui si trova anche lo stadio La Bombonera. Ci sono alcune strade chiamate corridoi turistici dove ci sono vigilanti ed è consigliato camminare (anche con macchine fotografiche, non abbiate paura) ma credo che in ogni caso se non girate con macchine fotografiche etc non dovreste avere problemi di giorno.



  • -  PUERTO MADERO: è una zona nuova in fase di crescita. Noi non ci siamo soffermati!



  • -  PALERMO: soprattutto per la sera.
  • -  TEATRO COLON: purtroppo quando siamo stati noi non c’erano spettacoli ma si può comunque visitare il teatro con visite guidate di circa un’ora.
  • -  TANGO: Uno degli spettacoli più famosi è sicuramente quello del Cafè Tortoni che si trova nel
    Microcentro. Il botteghino è aperto dalle undici per acquistare i biglietti per il tango. Altrimenti potete vedere ballerini a el Caminito e Plaza Dorego gratuitamente.




    CONSIGLI:
  • -  Attenzione al cambio di soldi. Troverete diverse persone per strada soprattutto sulla Calle
    Florida che chiedono Cambio. A voi la scelta se andare al cambio ufficiale dove il dollaro è pagato molto meno oppure andare da loro chiamato Blue Market, ovviamente non ufficiale e pericoloso in alcuni casi.
  • -  Euro e Dollari Americani sono accettati ovunque: ristoranti, negozi, bar etc 





30 aprile 2015

HERE I AM

Ebbene si lo so, è da piu' di un anno che non scrivo un post sul mio blog...ma è da un anno che faccio il lavoro dei miei sogni, il quale occupa molto piu' del mio tempo di quanto avessi mai pensato. Ma quando fai una cosa che ami non ti accorgi neanche della velocita' con cui il tempo passa. Ed eccomi qui a raccontare la mia avventura.

Dopo aver lavorato per due anni per lo Yacht Club Costa Smeralda a Virgin Gorda, ho trascorso questo ultimo anno lavorando a Necker Island, l'isola privata di Richard Branson che si trova proprio davanti a Virgin Gorda. Ogni mattina una barca mi porta su quel paradiso dove io sono Guest Services Coordinator e dove lavoro con altre circa 60 persone di cui molti ragazzi giovani.
Credo di non potrei desiderare altro.


Vi avevo raccontato di Necker Island qualche anno fa quando ero andata a visitarla e non posso ancora crederci di essere riuscita ad ottenermi il posto di lavoro!
Sapete cosa vuol dire svegliarsi ogni mattina felici di andare a lavoro? Ma soprattutto andare in vacanza e sentire la mancanza del tuo lavoro? Lo so, una cosa piu' unica che rara!

Credo che il modo piu' appropriato per spiegarvi cosa significhi lavorare li sia attraverso le foto che scatto ogni giorno ammaliata dalle bellezze che questa piccola isola dei caraibi racchiude. Oltre alla sua natura, giocano una parte importante gli animali, molti dei quali in via d'estinzionne, che sono stati introdotti qui per salvaguardarne la specie tra cui lemuri di sei diverse specie, tartarughe giganti, tartarughe, uccelli diversi, iguane, gechi etc

Necker Sunset

Natale a Necker

Kitesurf


Necker baby lemur












30 dicembre 2013

TRAVELLING 2013 - THE VIDEO


 
....to my Grandfather, who introduced me the world and taught me to travel! 
 
A video to represent my travels in 2013 around the beautiful British Virgin Islands my home since 2 years, Orlando and it's rollercoaster, a dive into the best of Africa in Namibia, one of the best places on earth I have ever seen, Italy where my home is, Corsica and to finish the year a jump in Antigua where I have participated to the famous Boat Show.
 
ENJOY THE VIDEO
 
NEVER STOP EXPLORING
 
 
 
 
 
 
 
 

24 novembre 2013

NAMIBIA - FLY & DRIVE





La Namibia..Un luogo incredibile dove la natura gioca il ruolo principale. Si, se non vi piace la natura non prendetela proprio in considerazione. La Namibia è deserto, è mare, cascate, animali, strade sterrate infinite e tanti chilometri da percorrere. 
Se vi piace guidare consiglio di fare un self drive. Affittate rigorosamente un 4x4, controlliate che ci sia una ruota di scorta, armatevi di un navigatore e via. Le strade della Namibia sono per il 90% sterrate ma anche se non avete mai guidate su strade di questo tipo vi renderete conto che è più semplice di quanto sembri. 
Preparatevi a strade deserte, a volte non vedrete altre macchine per chilometri. 

QUANDO ANDARE: 
Il periodo migliore per visitare la Namibia è la nostra estate quando in Namibia è inverno e non piove, In questo periodo infatti c'è più possibilità di vedere gli animali alle famose pozze e percorrere le strade sterrate è sicuramente meglio. Il clima varia molto durante l'arco della giornata da 25 gradi di giorno a zero gradi la notte. Vi consiglio di portarvi dal maglione di cachemire ai pantaloncini corti. Per i safari specialmente quelli la mattina molto presto potreste aver bisogno addirittura dei guanti e cappello.

COME PRENOTARE I LODGE:
I lodge potete prenotarli da soli oppure appoggiarvi, come ho fatto io, ad una agenzia locale. Io ho scelto i lodge online e loro me li hanno prenotati senza costi aggiuntivi. Con loro potete prenotare anche la macchina che potrete ritirare direttamente all'aeroporto al banco dell'AVIS. La procedure è abbastanza semplice, ricordatevi di fare la patente internazionale in Italia. Noi siamo stati fermati diverse volte e senza quella non si può guidare.
Chi contattare: CARDBOARD BOX -  LILLY lilly@namibian.org


COME ANDARE:
Dall'Italia volo EMIRATES Roma- Dubai e Dubai Johannesburg
Da qui Volo Air Namibia o South African Airways ottima compagnia

Altre opzioni sono volare con Air Namibia, Lufthansa o Qatar.

Se volete guidare voi dovete prendere per forza un 4x4. Ogni singolo centesimo ne varrà la pena.

All'arrivo a Windhoek, capitale della Namibia abbiamo avuto alcuni problemi con il car rental. La macchina era senza benzina e il navigatore che avevamo richiesto non funzionava.
Dopo una breve spiegazione su come guidare in Namibia riguardo limiti di velocità etc ci avviamo verso la guesthouse che avevamo precedentemente prenotato:

-> GIORNO 1:  WINDOHEK

DOVE DORMIRE: 

VILLA MORINGA GUESTHOUSE: Un delizioso albergo molto pulito e con camere curate. Il letto super comodo e il bagno bellissimo.
La mattina una abbondante colazione inclusa nel prezzo. Se arrivate tardi la sera c'è sempre una persona ad aspettarvi quindi non vi preoccupate. Se avete un navigatore vi consiglio di cercare Anna street e andando dritto troverete sulla sinistra la via della guesthouse.

DOVE MANGIARE:
- Luigi & the fish
- Joe's Beer House: assolutamente da provare. Un posto molto caratteristico e particolare dove potrete gustare le specialità locali comprese diversi tipi di bistecche e zuppe.



-> GIORNO 2 E 3 : SESRIEM (300 + 20 KM) CIRCA 4 ORE

TAPPA INTERMEDIA: SOLITAIRE, Un minuscolo paesino che si trova a circa 3 ore da Windhoek. Se volete fermarvi per uno spuntino questo è il posto giusto. Qui infatti c'è un Bakery chiamato Moose McGregors dove potrete assaggiare una buonissima torta di mele ormai una tappa obbligatoria per tutti i turisti, incredibile ma vero! Qui c'è anche un benzinaio e vi potete divertire a fare le foto a dei simpatici animaletti simili a degli scoiattoli molto amichevoli oppure fare le foto alle vecchie auto esposte all'ingresso del paese.

DOVE DORMIRE: 

DESERT HOMESTEAD: un lodge meraviglioso che nasce nel nulla del deserto costituito di piccolissime casette bianche. Il lodge si trova fuori dal parco Sesriem superato lo svincolo per Sesriem continuate dritto per 20 km e lo trovate sulla sinistra. Le camere sono molto semplici ma allo stesso tempo arredate con gusto in tipico stile africano. Il bagno è separato dalla stanza solo da un muro. Wifi disponibile solo nella hall e possibilità di caricare i cellulari etc solo nella hall.

Se volete potete scegliere di dormire all'interno del parco Sesriem ed avere quindi 15 minuti di tempo in più rispetto a chi viene da fuori per raggiungere i punti più interesaanti all'alba, i lodge disponibili sono:
Sesriem Camp Site
Sossus Dune Lodge
Sossusvlei Lodge

COSA FARE:
- Passeggiata a cavallo al tramonto con aperitivo. Anche se siete principianti potete farla tranquillamente. Il ritorno è al buio ma potete decidere di tornare in macchina senza problemi.

COSA VEDERE:

SESRIEM E SOSSUSVLEI: Il parco apre alle ore 6,35 e chiude alle 5,35 del pomeriggio. Consiglio di stare lì per l'apertura del cancello quando la luce dell'alba illumina le dune di un colore meraviglioso. Il biglietto si può pagare tranquillamente alla fine prima di uscire proprio all'ingresso sulla destra e costa intorno ai 10Euro per persona.
Per arrivare alla DUNA 45, una delle più famose e belle, dovrete percorrere circa 45km dall'ingresso. Potete poi scalare la duna e rotolare giù tutte le volte che volete.
Per arrivare al DEADVLEI, altra famosa zona del parco, avete 2 opzioni: se avete una macchina 2x4 siete obbligati a lasciare la macchina al parcheggio e proseguire a piedi. Sappiate che la camminata, conosciuta come Hidden Vlei, è sicuramente molto bella ma adatta solo a persone allenate. Ci vogliono 5 km per arrivare e poi un'altro kilomentro per Deadvlei. Il tutto nella sabbia. Se avete una macchina 4x4 continuate sulla strada ma attenzione appena superato il cartello dovrete utilizzare le marce ridotte (In H4 utilizzando la I e la II ci arrivate tranquillamente) Se vi insabbiate basterà scendere dalla macchina e liberare le ruote  dalla sabbia nella parte anteriore e riuscirete a ripartire.
In caso, passano continuamente macchine che possono aiutarvi. Se non ve la sentite c'è disponibile anche un transfer per 150N$ per persona. Ma l'avventura del fuori pista lo consiglio anche ai non esperti!!!
Il DEADVLEI è uno spettacolo meraviglioso, unico nel suo genere. Una distesa bianca, con alberi secchi e a contrasto la sabbia rossa del deserto e il cielo azzurro. Se non siete troppo stanchi consiglio all'andata di passare da sopra alla duna.

All'interno del parco potete anche pensare di fare alcune attività come il volo in mongolfiera (300Euro), volo panoramico con piccoli aerei o in elicottero (In 4 persone circa 120Euro)



Dune 45
Deadvlei

View of one of the dunes of the Sesriem Park at sunrise


Tra queste due tappe si può fare la sosta sul Tropico del Capricorno




->GIORNO 4 E 5: SWAKOPMUND (360 KM) CIRCA 5 ORE


DOVE DORMIRE: 

DESERT BREEZE: Aperto da pochissimo, il desert breeze è un gioiello tra le dune. Le camere affacciano tutte su una distesa di dune interminabile e sono arredate con cura nei dettagli.
La colazione la mattina è ottima.

COSA FARE:
- SANDBOARDING: Non prenotate con agenzie o cose varie. Vi straconsiglio Polly, un ragazzo locale gentilissimo che vi farà divertire e apprezzare una giornata sulle dune con lui. Potete prenotare mandando una mail a ultimateboarding@gmail.com oppure chiamare +264814216021
- GITA IN CATAMARANO A WALVIS BAY: Straconsiglio di fare questa gita con Duan Oppermann oltre ad essere molto gentile si vede che lo fa con passione info@dolphintours.com.na
- GITA SULLE DUNE CON 4X4 E PRANZO NEL DESERTO: Sempre con Duan Opperman
- SUNSET SUL JETTY


DOVE MANGIARE:
- THE TUG: si trova proprio all'inzio del famoso molo di Swako. Oltre ad essere molto bello è super buono e molto poco costoso. Da provare!!
- SWAKOPMUND BRAUHAUS: Tipico di questa zona il pub Tedesco. Da provare la bistecca di Game Drive.

Sandboarding in Swapokmund


Fisherman on the Jetty of Swakopmund

-> GIORNO 6: DAMARALAND (330KM CIRCA 4,5 ORE)

DOVE DORMIRE:

MOWANI MOUNTAIN CAMP: Uno dei più bei hotel dove sia stata. Incastonato nelle rocce del Damaraland vi accorgerete dell'esistenza di questo hotel solo una volta arrivati al parcheggio. Le camere sono delle tende di lusso arredate in stile africano e perfetto in ogni dettaglio. Il personale è molto gentile.

COSA FARE:
- GITA ELEFANTE DEL DESERTO (N$540pp): Partenza alle 6,30 del mattino alla ricerca degli elefanti del deserto del Damaraland. Questa specie esiste solo qui. Fa molto freddo ad agosto quindi copritevi con piumino, cappello, sciarpa e guanti. Davvero molto emozionante considerando anche che per noi è stato il primo Safari in Namibia.
- APERITIVO SULLE ROCCE AL TRAMONTO

Purtoppo da qui uscire per andare a mangiare è quasi impossibile. Il lodge comprende nel prezzo un'ottima cena. Dopo cena potrete rilassarvi intorno al fuoco o nella hall del lodge sfogliando i loro libri.







-> GIORNO 7: OPUWO ( 365 KM CIRCA 6 ORE)

Se decidete Opuwo come prossima tappa potete scegliere se passare da KHORIXAS per vedere il Vingerklip oppure saltarlo. In questo ultimo caso il tempo di viaggio sarebbe di 5h. Opuwo è una vera e propria cittadina, molto affascinante dove potrete incontrare al supermercato dagli Himba alle Herero a persone vestite come voi.

DOVE DORMIRE:

OPUWO COUNTRY LODGE: Una struttura abbastanza semplice ma pulita. La cena è a buffet.

COSA FARE:
- VISITA VILLAGGIO HIMBA: se decidete di visitare un villaggio Himba vi consiglio di contattare Elizabeth (081 2138326). Vi incontrerete davanti al supermercato OK Grocer di Opuwo dove sotto suo consiglio potrete comprare alcuni prodotti da donare al villaggio. Elizabeth era un Himba e a me personalmente mi ha portata al villaggio dove lei è cresciuta. Siamo stati accolti da braccia aperte. Loro non parlano inglese ovviamente ma lei farà da traduttore. A noi ci hanno portati anche dentro la casa della moglie del capo villaggio e ci hanno fatto vedere come fanno il colore rosso che si spalmano poi su tutto il corpo. 

View from Opuwo Country Lodge

Himba Village

An Himba doing the red color they use to protect their skin

Funny Himbas



-> GIORNO 8:  KUNENE  + EPUPA FALLS ( DA OPUWO A EPUPA 174 KM CIRCA 2,5 ORE) - ( EPUPA KUNENE 156 KM CIRCA 2 ORE E UN QUARTO)

Le Epupa Falls possono essere tranquillamente saltate o se decidete di volerle vedere consiglio di dormire lì perché una volta arrivati lì per andare al Kunene ad esempio dovrete fare al contrario gran parte della strada fatta per arrivarci.
C'è possibilità di mangiare al lodge sulle Epupa dove c'è una bellissima vista sulle cascate ma oltre a questo non c'è altro. Da mangiare unica scelta salsicce e patate!!

Il Kunene River segna il confine con l'Angola ed è un posto decisamente particolare.

DOVE DORMIRE: 

KUNENE RIVER LODGE: Le camere sono molto semplici e il lodge molto carino. Non potete perdervi l'aperitivo al tramonto sul deck sopra al fiume.

COSA FARE:
- Se arrivate in tempo potete fare la gita sul fiume con la barca per andare a vedere i coccodrilli.
- Molto carino la mattina potete affittare la canoa da 2 persone. Verrete portati con la macchina più in giù e risalirete nel senso della corrente, quindi non faticoso, il fiume. Sulle sponde del fiume ci sono molte scimmie e se siete fortunati vederete anche dei coccodrilli.


Epupa Falls


Kunene River Lodge

Canoa on the Kunene River


-> GIORNO 9 E 10: ETOSHA NATIONAL PARK (DA KUNENE 360 KM CIRCA 4,30 ORE)

Per arrivare all'Etosha abbiamo deciso di fare la strada che costeggia il fiume Kunene per poi immeterci sulla strada C35 per lo più asfaltata. Il primo pezzo di strada può essere percorso solo nei mesi nostri estivi altrimenti potrebbe essere allagata. Ci siamo fermati a RUACANA dove c'è il benzinaio e un piccolo supermercato.

Siamo entrati all'Etosha dall'ingresso Galton Gate dove viene rilasciato il permesso per entrare al parco che va pagato appena entrati all'ufficio che vi verrà indicato dalla persona all'ingresso. 

DOVE DORMIRE:

- DOLOMITE CAMP: Uno dei più bei lodge all'interno del parco, o forse il più bello e anche il più nuovo. Dormire a questo lodge è l'unico modo che vi permetterà di visitare la parte OVEST dell'Etosha. Le camere sono delle tende di lusso all'interno e il ristorante è molto buono e la cena inclusa.
Inoltre il lodge offre una piscina con una vista spettacolare. Le camere migliori sono la 13 e la 14.
- OKAUKUEJO: Uno dei più famosi per la sua pozza molto frequentata soprattutto dai rinoceronti a quanto pare. La pozza è molto vicina e illuminata la notte. Vi permetterà quindi di vedere animali in ogni momento della notte o del giorno. Le camere sono dei piccoli bungalow molto carini. 

COSA FARE:
- GAME DRIVE: (300N$) Anche se potete guidare la vostra macchina e andare in giro per il parco consiglio comunque di fare un paio di Game Drive. Gli autisti infatti conoscono bene la zona e potrebbero sapere dove trovare più animali.
- POZZE: le pozze più frequentate che ho trovato sono Tobieron e Ozonjuitji m'Bari ma considerate che ovviamente non è sempre così. I leoni invece sono riuscita a vederli sia alla pozza del Dolomite (Dolomietpunt) che sulla strada che va da Ondongab a Gemsbokvlakte. Li ho trovati che riposavano sulla strada 6 cuccioli e 3 mamme.

Dolomite Camp 








-> GIORNO 11: ONGUMA PRIVATE RESERVE

ONGUMA TENTED CAMP: Probabilmente uno degli hotel più bello dove io abbia mai dormito. Dell'Onguma fanno parte diverse strutture ma il Tented Camp  sicuramente il più bello. Dispone di sole 7 tende di super lusso, un ottimo ristorante, una piccola piscina e un salone dove potersi rilassare e dove viene servita la merenda. Le tende si trovano all'interno del parco dove non esistono recinzioni. Dopo il tramonto infatto sarete obbligati ad essere accompagnati alla tenda dal personale armato. Noi abbiamo trovato una giraffa praticamente sopra la  nostra tenda e purtroppo la leonessa con i cuccioli proprio sul terrazzino della camera ma a quanto pare non era mai successo. Grazie al cielo noi non eravamo in camera. Tutte le tende si affacciano sulla pozza, molto vicina e molto frequentata.
La cena è inclusa nel prezzo della camera ed è stata la migliore di tutto il viaggio.

Onguma Tented Camp

Sunset aperitif

Onguma Tented Camp at night


-> GIORNO 12: WINDHOEK (400KM)

Fermata a Otjiwarongo: Tornando verso Windhoek abbiamo deciso di fermarci a metà strada alla riserva OKONJIMA delle Cheetah (i ghepardi) dove abbiamo pranzato e abbiamo appunto visitato la riserva.
La visita può sembrare non molto carina all'inizio, i ghepardi sembrano tenuti in cattività ma in realtà lo sono per la loro salvezza. Questo centro si impegna moltissimo per salvaguardare sia i ghepardi che altre specie animali con anche i leoni. Dopo aver osservato da vicino prime cheetah salvate che però non possono essere messe in libertà perchè non capaci di cacciare vi porteranno a visitare il centro veterinario e di informazione dove volendo potrete donare qualche cosa al loro programma.
Qui potete anche soggiornare per un paio di notti e le sistemazioni sono molto belle. Visitate il sito www.okonjima.com per maggiori informazioni.

DOVE DORMIRE:
ANJO VILLA GUESTHOUSE: Una guesthouse semplicissima. I padroni di casa sono molto gentili ed ospitali. Consigliata  per una notte o se si vuole spendere poco è perfetta!







ENJOY NAMIBIA!

Per qualunque informazione scrivimi a guendalina.buzzanca@gmail.com


The G. Traveller never stops jumping